Sculture segrete. Arte in giardino

Domenica 15 maggio apre ufficialmente al pubblico, nel giardino di Casa Lajolo, l’esposizione di opere d’arte en plein air Sculture segrete. Arte in giardino curata da Ermanno Tedeschi, in collaborazione con l’associazione WebGarden, per portare l’arte a contatto con la natura e offrire un nuovo modo di fruirla. Le opere accompagneranno le visite alla dimora storica e al suo giardino fino alla fine del mese di luglio.

L’evento coincide con la Giornata dei Castelli Aperti, promossa dall’associazione Amici di Castelli aperti,  per scoprire la storia, l’arte e la cultura del Piemonte attraverso le sue meravigliose dimore storiche.

“Cosa accomuna un giardino e una scultura? Oltre al senso estetico e al gusto del bello e della proporzione, entrambi si relazionano con lo spazio circostante e, di conseguenza, con chi le osserva. Entrambi hanno un corso storico che ognuno vive in maniera differente, secondo la propria natura.

Il progetto nasce dall’idea di far interagire il visitatore con i racconti evocati dalle sculture immerse nel parco, magicamente inserite fuori da contesti museali.
Per la prima volta sono esposti insieme il maestro e l’allievo: Riccardo Cordero, con le sue sculture astratte che stimolano il visitatore a guardare il mondo al loro interno per cambiare la loro prospettiva di vista sul mondo, e Paolo Spinoglio, che si formò proprio dal professore, cogliendo i segreti dell’equilibrio della composizione e trasferendoli alle sue figure umane, così piene di pathos e così riflessive.
Le loro opere dialogano perfettamente con le opere di altri due artisti che utilizzano materiali molto diversi per la realizzazione delle proprie creature: argilla raku e smalti colorati per le dolcissime bimbe di Margherita Grasselli e graffette di metallo per i fanciulli di Pietro D’Angelo.
Come Cordero, D’Angelo invita a guardare il mondo attraverso le sue sculture e a cogliere la vita che vi passa attraverso. Grasselli e Spinoglio, invece, sono accomunati dal tipo di materiale utilizzato e dalla plasticità dei corpi umani, stilizzati in maniera differente, ma che esprimono sempre grande poesia.
I punti di confronto tra gli artisti sono amplificati dalle sensazioni che il parco in cui sono immerse emana, sembrano quasi trarre la loro energia dal terreno, dall’erba: sembrano essere lì da sempre e, nello stesso tempo, pronti a scappare per una nuova avventura.” (Ermanno Tedeschi)

Nel corso delle giornate di apertura partenza delle visite guidate ogni mezz’ora dalle 10 alle 13 e dalle 14,30 alle 18.

Prenotate la vostra visita scrivendo a info@casalajolo.it o telefonando al 333.3270586.

Con il patrocinio della Città di Piossasco

 

Orario di apertura: 10-13; 14,30-18.

Ingresso al giardino e all’orto-giardino con visita guidata: € 8

Ridotto fino a 25 anni, Amici di Castelli Aperti, Piemonte Card: 6€

Bambini fino a 10 anni, Abbonamento Musei Piemonte, FAI: ingresso libero

Per informazioni: info@casalajolo.it

Iscriviti alla newsletter

2020 Fondazione Casa Lajolo | C.F. 97810560017 | P.I. 11729300019
Designed by Giusti Eventi

Questo sito utilizza i cookie per favorire una migliore esperienza di navigazione. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi